Torna Su / Back to top Torna Su / Back to top

Sostenibilità in viaggio

Da anni l’attenzione di Trenitalia alle performance ambientali e al comfort dei passeggeri è alla base della scelta dei propri treni e dei servizi a bordo.

Frecciarossa 1000

Il Frecciarossa 1000 è il primo treno AV al mondo ad avere ottenuto la certificazione di impatto ambientale (EPD) basata su un’attenta Analisi del Ciclo di Vita (LCA).

La ridotta resistenza aerodinamica assicura grande silenziosità (< 91 dB[A] in occasione del transito a 300km/h) e vibrazioni minime.

Ogni dettaglio, dalle leghe leggere di cui è composto fino ai nuovi motori elettrici che lo spingono, è stato progettato per ridurre al minimo il consumo di energia: fino al 30% in meno rispetto al precedente modello di Frecciarossa. 

Come le più moderne auto ibride, il Frecciarossa 1000 sfrutta la frenata per recuperare energia, restituendo alla rete elettrica fino al 15% della corrente prelevata.

L’attenzione nei confronti della riciclabilità dei materiali di cui è costituito il Frecciarossa 1000 è stata massima sin dalla fase di progettazione permettendo di avere un impatto ambientale contenuto anche oltre il termine del suo ciclo di vita, in quanto i materiali utilizzati per la realizzazione sono riciclabili per il 94%.

Grande attenzione è stata inoltre data al comfort e all’esperienza di viaggio, in particolare tutti i treni sono dotati di sistema di illuminazione a led, monitor di bordo per informazioni e news di viaggio, prese di corrente, posti per il trasporto di  passeggeri su sedia a rotelle e sistema di connessione Internet (New WiFi Fast), multioperatore che garantisce una navigazione veloce e stabile. 

I nuovi treni regionali Pop, Rock e Blues

I Nuovi treni Regionali Pop e Rock (acquistati anche grazie all’emissione di green bond) hanno elevate prestazioni ambientali e sono stati premiati nel 2017 tra le dieci iniziative nazionali per la mobilità sostenibile.

Rock

Il treno regionale Rock, progettato e costruito da Hitachi Rail STS per Trenitalia, costituisce un salto generazionale rispetto agli attuali rotabili a doppio piano in servizio in Italia, con prestazioni uniche sul mercato in termini di consumo: circa il 30% in meno rispetto ai treni della generazione precedente.  

Sin dalla fase di progettazione è stata prestata particolare attenzione agli aspetti ambientali attraverso l’utilizzo di materie prime provenienti dal riciclo, di materiali con alti livelli di riciclabilità (il 97%) e adottando tecnologie innovative per l’efficienza energetica.

La climatizzazione sfrutta un sistema ad elevate prestazioni che permette di ottimizzare le performance in base all’effettivo numero di passeggeri presenti a bordo mediante sensori di CO2 e, conseguentemente, di migliorare il comfort termico.

Il sistema di illuminazione interna ed esterna a led e la modalità “smart parking” per risparmiare energia anche a treno fermo, rendono infine il Rock un treno con ridotta impronta ecologica.

Il Rock punta molto sull’esperienza di viaggio dei passeggeri offrendo sedili di nuovissima generazione con un design capace di ottimizzare l’ergonomia, ampie superfici vetrate dei comparti per un’elevata trasparenza verso l’esterno, la disponibilità di postazioni bici e l’ottimizzazione dell’accessibilità per le persone a mobilità ridotta.

Pop

I treni regionali Pop progettato e costruito da Alstom Ferroviaria per Trenitalia sono tecnologicamente avanzati, comodi, ecologici e facilmente personalizzabili.

I nuovi treni sono riciclabili per il 96%, nel loro processo di produzione non sono stati utilizzati solventi o altre sostanze chimiche tossiche e hanno consumi del 30% di energia in meno rispetto ai treni della precedente generazione.

L’illuminazione interna a LED è ottimizzata grazie a grandi finestrini che consentono un maggior ingresso di luce naturale

La struttura e l’isolamento della cassa in alluminio contribuiscono a migliorare l’isolamento termico riducendo i tempi di raffreddamento e di riscaldamento dell’ambiente viaggiatori, la chiusura delle porte programmata permette di evitare dispersioni termiche.

Anche i livelli di rumore e vibrazioni sono stati ridotti al minimo al fine di assicurare un viaggio tranquillo e indisturbato.

Il Pop ha una capacità di trasporto fino al 15% superiore rispetto alla precedente generazione oltre ad avere fino a 12 porta biciclette.

Blues

Il Blues è un treno ibrido, progettato e costruito da Hitachi Rail STS, capace di circolare sia su linee elettrificate che non, grazie all’equipaggiamento con motori di ultima generazione, pantografo per le linee elettrificate, Diesel per quelle non elettrificate e batterie per percorrere l’ultimo miglio.

Tale tecnologia ibrida permette di ridurre del 50% il consumo di carburante, e l’impatto ambientale rispetto ai tradizionali diesel, offrendo al contempo eccellenti prestazioni anche in termini di comfort e sicurezza.

In particolare, grazie alle batterie i treni possono viaggiare in alcuni tratti di linea non elettrificati (per esempio, in fase di avvicinamento ai centri abitati o durante le soste in stazione) riducendo notevolmente le emissioni inquinanti e la rumorosità.

I Blues sono riciclabili oltre il 95% e sono dotati delle più moderne tecnologie al servizio delle persone: quali sistema di videocamere di sorveglianza a circuito chiuso, sistema di informazione ai passeggeri basato su monitor da 24” di grande visibilità, disponibilità di posti bici, sistema di illuminazione interna ed esterna a led, gestione intelligente dei consumi dell’impianto di condizionamento, Smart Parking e ottimizzazione dell’accessibilità per le persone a mobilità ridotta.

Le pulizie a bordo

Anche nelle attività di pulizia e disinfezione dei propri convogli, Trenitalia mette grande impegno per garantire massimi livelli di igiene nel rispetto dell’ambiente.

Le società che effettuano le pulizie sono in possesso della certificazione ambientale ISO 14001, così come tutte le aziende che forniscono i prodotti chimici, i materiali e le apparecchiature. Le tecniche di pulizia utilizzate sono all’avanguardia e consentono di ottimizzare i consumi di acqua. Gran parte dei prodotti impiegati sono in possesso del marchio di qualità ecologica Ecolabel dell'Unione Europea e sono super concentrati, diluiti cioè solo al momento dell’uso, garantendo una minor produzione di rifiuti da imballaggio e minori consumi nelle fasi di approvvigionamento.

Anche i nuovi interventi di sanificazione, introdotti per prevenire la diffusione del contagio da Coronavirus, sono pensati e costruiti per la massima tutela dell’ambiente che ci circonda.

La ristorazione

Trenitalia ha avviato dall'inizio del 2020 un progetto di riduzione della plastica monouso nei servizi di ristorazione a bordo, nei FRECCIAClub e nei FRECCIALounge, con l'obiettivo di eliminare 300 tonnellate di plastica in un anno: 15,2 milioni di bottiglie, 12 milioni di bicchieri e 3,8 milioni di palette in plastica, sostituendoli con vetro, lattine o tetrapak, facilmente riciclabili, bicchieri di carta e palette di legno per il caffè. Trenitalia ha anche avviato il processo di sostituzione del confezionamento dei prodotti alimentari offerti a bordo, privilegiando i prodotti la cui confezione non contiene plastica, via via che il mercato amplia l'offerta di alternative ecocompatibili.

A Marzo 2020 però, l'insorgere dell'emergenza sanitaria covid ha determinato la necessità di ricorrere nuovamente all'utilizzo della plastica nel confezionamento di alcuni prodotti ed accessori per garantire la massima sicurezza ai clienti a bordo. Tali confezionamenti saranno sostituiti non appena la situazione sanitaria lo consentirà, compatibilmente con la disponibilità sul mercato di alternative più rispettose dell'ambiente.


Il rispetto dell’ambiente è responsabilità di tutti.

Il progetto ha subito alcune rimodulazioni a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19.