Informazioni per gli utenti dei treni IC/ICN e Regionali (Del. ART 106/2018)

  • Diritti e obblighi dei passeggeri

    I passeggeri possono presentare reclami all’ART mediante il sistema Telematico di acquisizione reclami (SiTe), accessibile dal sito www.autorita-trasporti.it, ovvero inviando l’apposito “Modulo di reclamo” - disponibile sullo stesso sito internet dell’ART – all’indirizzo di Via Nizza 230, 10126-Torino, o tramite posta elettronica all’indirizzo pec@pec.autorita-trasporti.it. Il reclamo all’Autorità è procedibile solo qualora sia già stato presentato un reclamo all’impresa ferroviaria e siano inutilmente decorsi i termini di trenta giorni o, in casi giustificati, di tre mesi, previsti dalla procedura avviata a seguito del reclamo all’impresa.

  • Condizioni generali di trasporto

    In questa sezione è possibile trovare le Condizioni generali di trasporto dei treni nazionali e regionali.

  • Carte dei Servizi

    La Carta dei Servizi è lo strumento con il quale vogliamo comunicare i principi e gli impegni programmatici che caratterizzano il nostro lavoro per migliorare le prestazioni di Trenitalia e la soddisfazione della clientela.

    Di seguito le Carte dei Servizi:

  • Modifiche programmate alla circolazione

    In questa sezione è possibile ricercare le modifiche programmate alla circolazione per data oppure per regione.

  • Servizi minimi garantiti in caso di sciopero

    Nelle giornate di sciopero Trenitalia assicura  servizi minimi di trasporto  predisposti a seguito di accordi con le Organizzazioni sindacali, ritenuti idonei dalla Commissione di Garanzia per l'attuazione della Legge 146/1990.

  • Notizie sulla circolazione

    Di seguito i canali disponibili per ottenere informazioni aggiornate sulla circolazione e su eventuali irregolarità del servizio:

  • Procedure per il recupero dei bagagli smarriti

    Trasporto nazionale
    È disponibile, in collaborazione con FindMyLost, un innovativo servizio online che ti consente di ricercare gli oggetti smarriti a bordo dei treni Intercity.

    Trasporto regionale
    Le persone che si accorgono di aver smarrito o dimenticato un oggetto a bordo dei treni regionali possono rivolgersi al servizio di Customer Care Regionale, che si adopera per reperire le informazioni circa l’eventuale ritrovamento dell’oggetto e le indicazioni per il recupero. Il servizio ha carattere di attenzione commerciale e non sostituisce quanto previsto dalla legislazione vigente in merito al rinvenimento degli oggetti smarriti (Codice Civile art. 927 e seguenti).

  • Come richiedere un rimborso

    Treni Nazionali
    Se intendi rinunciare all’intero viaggio, se la tipologia di biglietto in tuo possesso lo consente, puoi chiederne il rimborso con l'applicazione di una trattenuta sull’importo pagato. 
    Se invece il tuo biglietto non è stato utilizzato o lo è stato solo parzialmente per una delle cause che trovi qui, puoi ottenere il rimborso senza trattenute.

    Treni Regionali
    Se decidi di rinunciare al viaggio, puoi richiedere il rimborso del biglietto con una trattenuta del 20%, salvo quanto diversamente previsto dalle singole tariffe.
    Se invece la mancata effetuazione del viaggio è dovuta a una delle cause imputabili a Trenitalia riportate qui, si effettua un rimborso integrale del biglietto.

  • Diritti spettanti in caso di ritardo/cancellazioni e soppressioni

    Le interruzioni di linea
    Il viaggiatore che si trova in viaggio al momento dell'interruzione è trasportato a destinazione con autoservizi sostitutivi o per un itinerario alternativo senza aumento di prezzo per il diverso percorso o per l’utilizzo di treno o classe o livello di servizio a cui il titolo di viaggio non dà diritto.
    Quando l'interruzione è stata portata a conoscenza del pubblico ed il trasporto viene effettuato per un itinerario alternativo, il titolo di viaggio viene emesso per l’itinerario effettivamente seguito.

    Le soppressioni, mancate coincidenze e arrivo a destinazione con ritardo prevedibile superiore a 60 minuti
    Nei seguenti casi:

    1. soppressione del treno per tutto o parte del suo percorso;
    2. mancata coincidenza per ritardo di altro treno;
    3. ritardo all’arrivo nella destinazione finale del viaggio prevista dal contratto di trasporto superiore a 60 minuti prevedibile oggettivamente da Trenitalia in base alla sua esperienza;


    il viaggiatore, fatto salvo il diritto al rimborso integrale del biglietto, può valersi degli autoservizi sostitutivi messi eventualmente a disposizione o proseguire il viaggio con il primo treno utile di categoria pari o inferiore oppure seguire un itinerario alternativo senza pagamento dell’eventuale differenza di prezzo.
    Il viaggiatore può essere autorizzato da Trenitalia a proseguire il viaggio anche in classe, livello di servizio o categoria di treno superiore (esclusi il livello di servizio Executive, il servizio cuccette, VL ed Excelsior) senza pagamento aggiuntivo.
    Il viaggiatore deve rivolgersi, nel limite dei posti disponibili, direttamente al personale di bordo.

    Nel caso riportato al punto b), si specifica che tali disposizioni valgono anche nel caso di una soluzione di viaggio che contempla l’utilizzo di uno o più servizi del trasporto nazionale in combinazione tra loro (biglietto globale) e/o in combinazione con uno o più servizi del trasporto regionale (biglietto globale misto).

    Nei casi di cui al punto c) la prosecuzione del viaggio può avvenire, a scelta del viaggiatore, anche in data successiva, dopo essersi rivolto all’Ufficio Assistenza.

    Gli interventi di assistenza
    In caso di ritardo superiore a 60 minuti il viaggiatore ha diritto:

    • a ricevere pasti e bevande, in quantità ragionevole in funzione dei tempi di attesa se sono disponibili sul treno o in stazione e se possono essere ragionevolmente forniti;
    • al pernottamento con trattamento di qualità media ed al rimborso delle spese necessarie per informare i familiari del ritardo nell’arrivo, ove risulti fisicamente possibile, se il viaggio non può continuare nello stesso giorno per ritardo, soppressione o mancata coincidenza e non risulti possibile assicurarela prosecuzione con altri treni o servizi di trasporto sostitutivi (bus, taxi, ecc.);
    • ad attestare, a richiesta del viaggiatore, che il treno ha subito ritardo, ha causato la perdita di una coincidenza o è stato soppresso a seconda dei casi.
       

    Per conoscere le modalità per richiedere l'indennità vedi il paragrafo "Indennità per ritardo del treno".

    Gli autoservizi sostitutivi
    Nei casi di mancata effettuazione del trasporto ferroviario, Trenitalia, ove fisicamente possibile, provvede all’istituzione di autoservizi per garantire ai viaggiatori di giungere a destinazione o tornare nella località di partenza su loro richiesta. Inoltre, nel caso in cui l'esercizio ferroviario sia rimasto interrotto o sospeso su alcune linee o tratti di linee, Trenitalia, in sostituzione di servizi ferroviari, può effettuare autoservizi sostitutivi. In tal caso, al servizio su gomma vi possono accedere i viaggiatori muniti di qualsiasi tipo di titolo di viaggio a prezzo competente (tariffa Ordinaria Nazionale), compresi quelli gratuiti. 
    A bordo degli autobus vengono rilasciati unicamente biglietti di corsa semplice a tariffa Ordinaria Nazionale, per i soli viaggiatori in partenza da impianti disabilitati o impresenziati. 
    L’accesso dei gruppi è subordinato alla preventiva autorizzazione che deve essere richiesta con un anticipo di almeno tre giorni sulla data di effettuazione del viaggio. È ammesso il trasporto di piccoli animali domestici racchiusi nei contenitori (maggiori informazioni), se tenuti sulle ginocchia, mentre non è consentito quello di cani sciolti, salvo che per i cani guida per viaggiatori non vedenti. 
    Per motivi di sicurezza non sono ammessi viaggiatori in piedi. 
    Per l’accesso agli autoservizi sostitutivi programmati in orario è necessario effettuare in tutti i casi la prenotazione del posto. Per le tipologie di biglietto che non prevedano l’assegnazione contestuale del posto (abbonamenti, Carte di libera circolazione, ecc.) nonché per i Pass internazionali e Pass nazionali dedicati alla clientela estera è obbligatorio il pagamento rispettivamente della prenotazione e del global pass, al costo di 3,00 €. La prenotazione obbligatoria non è modificabile né rimborsabile, salvo il caso in cui il posto non venga riservato ovvero non venga utilizzato per responsabilità di Trenitalia. In caso di accesso diretto al bus senza prenotazione, il viaggiatore viene regolarizzato con il pagamento della prenotazione, maggiorata della penalità di 10 € e, qualora, i posti a sedere risultino esauriti, deve essere fatto scendere alla prima fermata.

  • Indennità per ritardo del treno

    Treni nazionali
    In caso di ritardo all'arrivo superiore ai 59 minuti Trenitalia ti corrisponde un’indennità pari al:

    • il 25% del prezzo del biglietto in caso di ritardo compreso tra 60 e 119 minuti;
    • il 50% del prezzo del biglietto in caso di ritardo pari o superiore a 120 minuti.
       

    Puoi richiedere l'indennità decorse 24 ore dall’effettuazione del viaggio e fino a dodici mesi successivi alla data in cui si è verificato il ritardo  o dalla scadenza dell’abbonamento (del pass o delle altre specifiche tessere), nelle seguenti modalità:

    • compilando l’apposito web form disponibile su questo sito;
    • su questo sito, solo per i biglietti acquistati on line o su app, utilizzando la funzionalità “Richiedi Indennizzo”  disponibile dopo aver richiamato il dettaglio del viaggio o dall'area riservata;
    • all’agenzia di viaggio che ha emesso il biglietto;
    • presso qualsiasi biglietteria;
    • al Call Center, solo per i biglietti acquistati  tramite il Call Center o su questo sito e app;
    • per i treni nazionai tramite posta a “Trenitalia S.p.A, Ufficio Reclami e Rimborsi, Piazza della Croce Rossa 1, 00161 Roma”.

    Maggiori informazioni

    Per i treni regionali, nel caso di ritardo tra il luogo di partenza e il luogo di destinazione indicati sul biglietto di corsa semplice, a tariffa 39, 39/AS e “biglietti globali misti”, è possibile chiedere un’indennità pari al:

    • 25% del prezzo del biglietto in caso di ritardo compreso tra 60 e 119 minuti (tale indennità è riconosciuta per biglietti pari almeno a €16,00);
    • 50% del prezzo del biglietto in caso di ritardo pari o superiore a 120 minuti (tale indennità è riconosciuta per biglietti pari almeno a €8,00).
       

    La richiesta di indennità deve essere inoltrata, entro e non oltre 1 anno dall’evento, per posta, alla Direzione Regionale/Provinciale competente per la località di destinazione del viaggio con allegato il biglietto in originale; in caso di biglietto elettronico regionale deve essere allegata la stampa cartacea del Pdf.

    In questa questa sezione è possibile trovare tutte le informazioni relative all’indennità per ritardo per il trasporto regionale.

    Modulo per la richiesta di indennità per i treni regionali

  • Ulteriori indennità per i treni Intercity e Intercity Notte

    Trenitalia riconosce un’indennità pari al 25% del prezzo del biglietto di corsa semplice per il servizio IC o ICN, nei seguenti casi:

    • quando una corsa per un treno, indicata sull’orario pubblicato come fruibile da clienti con disabilità o a mobilità ridotta, venga resa con materiale non idoneo o sostituita con autoservizio sostitutivo o integrativo non accessibile o non idoneo. In tal caso l’indennità viene riconosciuta, in aggiunta al rimborso integrale del biglietto, ai clienti con disabilità o a mobilità ridotta, in possesso di un titolo di viaggio utilizzabile per la corsa interessata, in caso di rinuncia al viaggio;
    • sia stata erogata a bordo treno una penalità per irregolarità o richiesto un sovrapprezzo che, a seguito di reclamo, risulti non esigibile. In tal caso l’indennità viene riconosciuta in aggiunta al rimborso integrale della penalità o del sovrapprezzo erroneamente pagato;
    • sia stata negata un’agevolazione tariffaria che, a seguito di reclamo, risulti applicabile. In tal caso l’indennità viene riconosciuta in aggiunta al rimborso integrale della quota pagata in eccedenza.
       

    Puoi richiedere l’indennità fino a dodici mesi dal giorno in cui si è verificato il disservizio:

    • compilando l’apposito modulo presso le Biglietterie o gli Uffici di Assistenza presenti nelle principali stazioni;
    • compilando l’apposito web form disponibile su questo sito;
    • tramite posta a “Trenitalia S.p.A, Ufficio Reclami e Rimborsi, Piazza della Croce Rossa 1, 00161 Roma”.
       

    In caso di riconoscimento del diritto, puoi scegliere di ottenere l’indennità:

    • con un bonus per acquistare entro 12 mesi un nuovo biglietto;
    • in contanti per pagamenti effettuati in contanti;
    • mediante il riaccredito per pagamenti effettuati con carta di credito.

  • Come inoltrare un reclamo

    Se desideri inoltrare un reclamo/suggerimento puoi:

    • utilizzare il form online;
    • presentarlo in stazione presso le biglietterie Trenitalia o gli Uffici Assistenza alla clientela;
    • puoi inviarlo via posta ordinaria: per il Trasporto Regionale, alla Direzione Regionale/Provinciale competente per la località di destinazione del viaggio; per il Trasporto Nazionale, all’indirizzo: “Trenitalia S.p.A, Ufficio Reclami e Rimborsi, Piazza della Croce Rossa 1, 00161 ROMA”.

  • Come conoscere gli orari e le condizioni per il viaggio più veloce e per la tariffa più bassa

    Per conoscere gli orari di una soluzione di viaggio è sufficiente lanciare una ricerca dalla homepage del sito www.trenitalia.com.
    Inserendo origine, destinazione, data di viaggio e orario di partenza, il sistema di vendita fornirà l'elenco delle soluzioni che soddisfano i criteri di ricerca inseriti.
    In particolare, selezionando il tasto "Principali soluzioni" dal form acquisto biglietti in homepage è possibile visualizzare tutte le soluzioni di viaggio relative ai treni Frecce, Intercity e Regionali, che non prevedono alcun cambio dalla stazione di partenza a quella di destinazione e le soluzioni con cambio che prevedono l'utilizzo di treni in connessione (Frecce - Intercity; Intercity - Regionale; Frecce - Regionale), con un numero di cambi non superiore a due, selezionate sulla base dei seguenti criteri: durata del viaggio, numero di cambi e distanza percorsa.
    Selezionando il tasto "Frecce" vengono invece mostrate, se disponibili, le soluzioni di viaggio con soli treni Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca.
    Selezionando il tasto "Regionali" vengono mostrati i viaggi effettuati con i soli treni Regionali.

    Il sistema di vendita riporta, per ciascuna soluzione di viaggio prospettata, il prezzo più basso disponibile al momento dell’acquisto. Sono inoltre disponibili riduzioni al ricorrere di determinate situazioni (es. a favore delle persone con disabilità).

  • Canali di vendita

    Puoi acquistare il biglietto presso le biglietterie di stazione, i rivenditori autorizzati, le self-service, tramite App Trenitalia, su questo sito o chiamando il Call center (numero a pagamento). 
    Per i treni nazionali l’acquisto a bordo treno è consentito solo in particolari circostanze definite espressamente nelle Condizioni Generali di trasporto, a seconda della categoria di treno che si intende utilizzare e soltanto per determinate tipologie di titoli di viaggio.
    Per i treni regionali l'acquisto o la convalida dei biglietti a bordo treno può essere fatto avvisando il capotreno all’atto della salita; a seconda delle specifiche normative regionali e della stazione di salita, protrebbe essere prevista una maggiorazione.
    Per conoscere l'ubicazione, i servizi disponibili e gli orari di apertura di uno dei punti vendita Trenitalia diffusi su tutto il territorio nazionale, clicca qui.

    È inoltre disponibile una mappa per cercare il rivenditore più vicino a te.

  • Tipologie di biglietti disponibili

    I sistemi di vendita Trenitalia possono proporre varie tipologie di soluzioni di viaggio:

    • una soluzione di viaggio che contempla l'utilizzo di uno o più servizi del trasporto nazionale in combinazione tra loro ("biglietto globale") e/o in combinazione con uno o più servizi del trasporto regionale ("biglietto globale misto"), acquistati contestualmente;
    • una soluzione di viaggio che contempla l’utilizzo di un solo servizio di trasporto.

     

    Sono inoltre disponibili in varie regioni accordi di integrazione tariffaria con varie aziende di mobilità locale .

    Per essere ammesso al trasporto il viaggiatore deve essere in possesso di un biglietto o di altro titolo di viaggio (abbonamento, carnet, ecc.) valido per la relazione, il treno, la classe o il servizio che utilizzerà, corrispondendo il prezzo previsto. 
    Il titolo di viaggio può essere richiesto per un singolo viaggio o, per le offerte che lo prevedano, per un viaggio di andata e ritorno (biglietto di corsa semplice o biglietto di andata e ritorno). Il titolo di viaggio può valere anche per un numero predeterminato o illimitato di viaggi da effettuare in un arco temporale predefinito (abbonamento, carnet, pass, etc).
    Il titolo di viaggio riporta tutte le indicazioni necessarie a definire il contenuto del contratto di trasporto e può consistere:

    • in un documento cartaceo o su supporto plastico;
    • in un codice identificativo di prenotazione nel caso di biglietto Ticketless.

     

    Di seguito le tipologie disponibili.

    Biglietti di corsa semplice:

    • biglietto con assegnazione contestuale del posto 
    • biglietto senza garanzia del posto


    I principali titoli di viaggio diversi dal biglietto di corsa semplice:

    • biglietti di andata e ritorno
    • abbonamenti
    • Carte di Libera Circolazione
    • Carnet

     

    Per maggiori informazioni sulle tipologie di biglietto disponibili clicca qui (Capitolo 2, par. 2.3)

    Se invece desideri visualizzare tutte le informazioni relative ai titoli di viaggio del trasporto regionale, clicca qui.

  • Offerte commerciali disponibili

    È possibile acquistare un biglietto ferroviario utilizzando una delle offerte messe a disposizione di Trenitalia:

    Per tutti i treni nazionali

    Per i Treni Regionali le offerte commerciali sono descritte nelle singole sezioni regionali/provinciali delle Condizioni generali di Trasporto Passeggeri Parte III.

    Tutte le offerte sono soggette a disponibilità e limitazioni.

  • Altre riduzioni e carte sconto a disposizione

    Trenitalia dispone di un’ampia offerta di sconti, agevolazioni per particolari categorie di persone e carte convenienti per chi utilizza il treno con una certa frequenza:

     

    Clicca qui per conoscere tutte le informazioni sulle riduzioni previste dal Trasporto regionale.

  • Condizioni di accesso per le biciclette

    Treni nazionali   
    Puoi portare gratuitamente su tutti i treni una sola bicicletta purché sia smontata e contenuta in una sacca o si tratti di una bici pieghevole opportunamente chiusa. In entrambi i casi le dimensioni non devono essere superiori a cm 80x110x40 e non devi arrecare pericolo o disagio agli altri viaggiatori, altrimenti sarai regolarizzato con il pagamento di una penalità di 10 euro e dovrai scaricare la bici alla prima stazione in cui il treno effettua fermata. 

    Treni regionali
    Nei limiti dei posti disponibili, puoi portare la tua bicicletta sui treni espressamente indicati nell’Orario Ufficiale (max 1 per viaggiatore e di lunghezza non superiore a 2 metri), pagando un supplemento di 3,50 euro valido entro le 23.59 del giorno indicato nel biglietto e acquistabile presso i punti vendita autorizzati o, in alternativa, un biglietto a tariffa intera di seconda classe valido per la stessa relazione del viaggiatore.
    Se la bici è trasportata all’interno dell’apposita sacca o è una bici pieghevole opportunamente chiusa, il trasporto è gratuito.
    Specifiche condizioni sono descritte nelle singole sezioni regionali/provinciali delle Condizioni generali di Trasporto Passeggeri Parte III.

  • Assistenza alle persone con disabilità o mobilità ridotta

    Il servizio di assistenza è effettuato da RFI  - Rete Ferroviaria Italiana - ed è rivolto alle «persone con disabilità» o «persone a mobilità ridotta» (PMR).

    Per richiedere il servizio di assistenza PRM il viaggiatore può:

    • inviare una e-mail ad una delle 14 Sale Blu RFI;
    • utilizzare il nuovo applicativo SalaBlu online;
    • recarsi direttamente in una della 14Sale Blu dalle ore 6:45 alle 21:30 tutti i giorni, festivi inclusi;
    • telefonare a una delle 14 Sale Blu dalle ore 6:45 alle 21:30 tutti i giorni, festivi inclusi, tramite:
      - numero verde gratuito 800 90 60 60 raggiungibile da telefono fisso;
      - numero nazionale a tariffazione ordinaria 02.32.32.32 raggiungibile da telefono fisso e mobile.

  • Servizi a disposizione
  • Assicurazione per danni

    Trenitalia è responsabile per danni a passeggeri, bagagli, colli a mano e animali, solo a condizione che tali danni siano dovuti a propria colpa.
    Le richieste di risarcimento per danni alle cose e alle persone possono essere presentate nei punti di Customer Service di Trenitalia, che provvedono al successivo inoltro alla società assicuratrice.