Biglietti premio

In esclusiva per i nostri clienti, a seguito dell'emergenza Coronavirus, si può richiedere l’annullamento dei biglietti premio per viaggi entro il 30 giugno 2020.
È possibile richiedere l’annullamento direttamente attraverso l’Area riservata CartaFRECCIA, in “Assistenza Programma fedeltà CartaFRECCIA” voce “premi”, inserendo nella sezione “Problemi riscontrati con un biglietto premio gratuito ferroviari”, nel campo libero, il PNR del biglietto. Le richieste saranno gestite nel minor tempo possibile.  L’annullamento del biglietto premio e il riaccredito dei punti sarà visibile in area riservata. 

Per richiedere i biglietti premio basta avere 1.200 punti sul tuo saldo!

Sono disponibili tre categorie di biglietti premio in base ai km* da percorrere. Qualche esempio?

 
 Biglietti premio SMALL
  • Firenze – Bologna 2^ classe o Standard 1.200 punti
  • Roma-Napoli 2^ classe o Standard 1.200 

 



 

 Biglietti premio MEDIUM
  • Roma - Milano Standard 1.700 punti
  • Milano - Venezia 2^ classe o Standard 1.700 punti

 



 

 Biglietti premio LARGE
  • Napoli - Torino: Standard 2.100 punti
  • Napoli - Milano: Standard 2.100 punti






Trenitalia potrà limitare, in alcuni giorni e per determinate tratte, la disponibilità dei biglietti premio.
Verifica qui le date in cui non è possibile viaggiare con i biglietti premio.

I biglietti premio saranno disponibili finché saranno commercializzati da Trenitalia e compatibilmente con le disponibilità di posti per il viaggio richiesto.

In caso di acquisto di soluzioni con più treni è necessario richiedere un premio per ogni singola tratta (ad esempio per un viaggio Reggio Calabria – Milano effettuato con Frecciargento da Reggio Calabria a Roma e poi con Frecciarossa da Roma a Milano, è necessario richiedere due biglietti premio)

Il biglietto premio può essere utilizzato sia dal sottoscrittore della carta sia da un terzo.

In via promozionale una volta emesso il biglietto premio è consentito effettuare un cambio prenotazione fino alla partenza del treno.

Non è consentito effettuare rimborsi, salvo cause imputabili a Trenitalia.

*La distanza commerciale si  desume dal Prontuario Ufficiale delle distanze chilometriche di Trenitalia. Per alcune relazioni la distanza è virtuale in quanto non tiene conto delle riduzioni di percorso realizzate nel tempo da opere di miglioramento della rete ferroviaria (tale previsione è stata introdotta dal D.M. n.6925 del 1974)