Twitter Facebook Linkedin

Numeri uno al Foro Italico

I grandi del tennis mondiale a Roma per la 76esima edizione degli Internazionali BNL d'Italia

Matteo Berrettini ©Arata Yamaoka/Cover ©A. Costantini

di Salvatore Coccoluto

Come ogni anno, a maggio, Roma diventa protagonista del tennis mondiale, maschile e femminile, con gli Internazionali BNL d'Italia. Milioni di persone si concentrano nella Capitale per assistere agli allenamenti e ai match di campioni del calibro di Novak Djokovic, attuale numero uno della classifica mondiale, e Rafael Nadal impegnati dal 12 al 19 maggio sulla terra rossa del Foro Italico. Nel torneo maschile, infatti, sono ancora loro i favoriti, i fuoriclasse da battere, sempre che lo svizzero Roger Federer, di ritorno agli Internazionali dopo tre anni di assenza, non stravolga i pronostici che sulla terra battuta lo vedono ancora un passo indietro ai due rivali. Il campione in carica, Rafael Nadal, che dal 2005 ha trionfato otto volte agli Internazionali BNL d'Italia, viene da un complicato inizio di stagione nei tornei sulla terra battuta. Tuttavia resta il favorito, anche se trova un Novak Djokovic in gran forma, fresco vincitore del torneo di Madrid, intenzionato a riprendersi il titolo degli Internazionali che gli manca dal 2015.
Tra le protagoniste del torneo femminile, dopo il forfait dell'anno scorso, è tornata la campionessa americana Serena Williams, ma ha dovuto abbandonare al secondo turno per un problema al ginocchio. Sconfitta anche Simona Halep, finalista della scorsa edizione. Ancora in gara, invece, la giapponese Naomi Osaka, attuale numero uno del ranking mondiale. Le uniche italiane a entrare in tabellone erano state la veterana Sara Errani, reduce da un periodo difficile, e le giovani Elisabetta Cocciaretto e Jasmine Paolini, ma purtroppo non sono andate oltre il primo turno, lasciando l'Italia senza una rappresentante femminile.
Uno dei protagonisti italiani del torneo maschile è stato Fabio Fognini che, nell'incontro di primo turno, ha brillantemente superato il francese Tsonga, ma negli ottavi è stato sconfitto dal greco Stefanos Tsitsipas.
Risultati negativi anche per gli altri italiani: Marco Cecchinato e Jannick Sinner sono usciti al secondo turno, Matteo Berrettini agli ottavi, mentre Andreas Seppi, Lorenzo Sonego e Andrea Basso sono stati eliminati nelle prime giornate della competizione. Proprio Berrettini era arrivato al Foro Italico nel suo momento migliore, grazie alla vittoria nel torneo di Budapest e alla finale a Monaco di Baviera, risultati che gli hanno permesso di raggiungere il suo best ranking. Prima della sconfitta aveva dichiarato: «È il torneo a cui tengo di più, ho sempre sognato di giocare al Foro Italico. Pensare al pubblico italiano, e in particolare romano, che mi sostiene, mi spinge a dare il 100% per migliorare giorno dopo giorno». Anche sul futuro ha le idee molto chiare: «Voglio lavorare per essere competitivo negli anni, desidero alzare il mio livello medio e puntare in alto».

NOTE 18 del 16 maggio 2019