Twitter Facebook Linkedin

Gli appuntamenti della settimana

di Luca Mattei

Caravaggio a Napoli

Flagellazione (1607) ©Luciano Romano

La città alle pendici del Vesuvio è una tappa fondamentale per Michelangelo Merisi. Vi arriva da Roma nell’ottobre 1606, in fuga e condannato a morte per omicidio. Con una condizione psicologica turbata, che probabilmente gli ispira un nuovo modo di dipingere, più tormentato e drammatico. Nel suo primo soggiorno partenopeo (il secondo sempre di nove mesi, tra il 1609 e il 1610) realizza alcuni capolavori, tra cui le Sette opere di Misericordia, dipinto per il Pio Monte della Misericordia, e la Flagellazione, attualmente al Museo di Capodimonte. Proprio questa sede espositiva gli dedica Caravaggio Napoli, una mostra per sottolineare il rapporto dell’artista con il centro partenopeo. Attraverso documenti d’archivio si ricostruisce l’attività svolta durante la permanenza napoletana, esaminando anche l’influenza che la sua opera ebbe sulla pittura locale e sottolineando le tracce del suo realismo nella produzione europea del XVII secolo.

Race for the cure a Roma

©Ansa/Vincenzo Tersigni

Una folla festante è pronta a invadere Roma dal 16 al 19 maggio per la Race for the cure, il più grande raduno per la lotta ai tumori del seno. Malattia dal forte impatto sociale: una donna su 9 la sviluppa nel corso della vita, ogni anno 50mila di loro si sottopongono ad esami. Ecco perché Komen Italia, associazione organizzatrice della manifestazione, promuove la diagnosi precoce, con possibilità di guarigione più alte e cure meno invasive. La rassegna capitolina prevede iniziative gratuite nel Villaggio al Circo Massimo, tra cui consulti medici e prestazioni specialistiche, laboratori di fitness e alimentazione. La domenica mattina le attività più attese: la corsa competitiva di cinque km e la passeggiata. Anche quest’anno il Gruppo FS Italiane si conferma tra le squadre iscritte con il maggior numero di partecipanti, con oltre 800 adesioni. Dal 17 al 19 la Race si tiene anche a Bari. A settembre è a Bologna e Pescara (20-22), Brescia e Matera (27-29).

La danza di Roberto Bolle in città

Roberto Bolle e Nicoletta Manni Galleria Vittorio Emanuele II di Milano

Vie e piazze piene di appassionati di danza. OnDance è il sogno realizzato di Roberto Bolle, evento nato per avvicinare tutti alla sua arte. Negli appuntamenti di Napoli e Milano si parte con le lezioni gratuite, sul lungomare Vittoria dal 18 al 19 e nei lombardi teatro Burri e parco Sempione dal 28 maggio al 2 giugno. Il 18 maggio la partenopea piazza Dante accoglie le sfide di street dance valide per il Red Bull Dance Your Style, la cui finale nazionale si tiene il 26 al meneghino Anfiteatro Martesana. Spazio poi allo swing: il 18 maggio nella napoletana piazza del Municipio, il 31 a piazza Colonne di San Lorenzo. E al tango: il 18 al Maschio Angioino, il 30 nella Galleria Vittorio Emanuele II. Riservate all’edizione milanese la serata di liscio, il 28 a piazzale Donne Partigiane, e i gala Roberto Bolle and Friends, dal 29 maggio al 1° giugno al teatro degli Arcimboldi. Artisti e ospiti internazionali per gli show finali, il 19 maggio all’Arena Flegrea, il 2 giugno in piazza del Duomo.

Festival dello sviluppo sostenibile

Qual è il futuro del Pianeta? Nessuno ha la sfera di cristallo, ma da settembre 2015 c’è un impegno ben definito per costruire un domani migliore. È l’Agenda 2030, con cui 193 nazioni, Italia inclusa, si pongono il traguardo di conseguire 17 obiettivi di sviluppo sostenibile, dalla lotta alla fame e alla povertà all’ottenimento di acqua ed energia pulita. Per riflettere su questi e altri temi l’occasione giusta è il Festival dello sviluppo sostenibile, unica grande manifestazione con eventi in tutto lo Stivale. Opening a Roma il 21 maggio, il 28 appuntamento a Milano e a seguire tante altre città fino al 6 giugno. La rassegna è organizzata dall’associazione ASviS, in collaborazione anche con il Gruppo FS Italiane. Mostre, convegni e workshop coinvolgono il mondo della cultura, dell’arte, dello spettacolo, dell’enogastronomia e dello sport. Linguaggi diversi e pubblici variegati per accrescere la consapevolezza sull’insostenibilità dell’attuale modello di crescita globale.

Theatre tour

Virna Toppi in Cenerentola

Spettacoli per tutti i gusti in questi giorni a teatro. Risate garantite con il comico Gabriele Cirilli che in Mi piace riflette sul like, il pollice all’insù che dai social network ha invaso tutti gli aspetti della vita quotidiana. Dal 17 al 19 maggio è al Teatro Savio di Palermo, dal 21 al 26 alla Sala Umberto di Roma. Nella Capitale la scelta è anche più ampia. Al Sistina torna fino a domenica Michele La Ginestra con È cosa buona e giusta, commedia sul rapporto tra genitori e figli, tra nuove tecnologie e globalizzazione. Dal 16 al 19 al Brancaccio è di scena la Cenerentola interpretata da Virna Toppi, la nuova prima ballerina della Scala di Milano. La storia dei fratelli Grimm è anche in versione musical al Nazionale di Milano il 19. Palcoscenico del tutto particolare è la città di Matera: dal 17 maggio al 2 giugno Marco Martinelli ed Ermanna Montanari trasformano la Divina Commedia di Dante in un testo teatrale e le strade del centro lucano nelle cornici del Purgatorio.

NOTE 18 del 16 maggio 2019