Rimborso per rinuncia al viaggio, dopo le disposizioni sul Coronavirus

  • Per i treni Frecce, Freccialink, Eurocity, Euronight e relativi viaggi misti

    • per biglietti acquistati fino al 10 marzo 2020 (compresa tale data),  il rimborso integrale, per qualunque destinazione e data viaggio, deve essere richiesto, compilando l’apposito web form, entro il termine del 30 giugno 2020.
      Per Frecce e Freccialink il rimborso, sotto forma di credito elettronico, può essere anche ottenuto richiamando il biglietto dall’Area Riservata, o  in alternativa inserendo PNR e CP nella pagina Cerca e Modifica Biglietto, ed utilizzando la funzione “Rimborso Bonus 100%”.
       
    • per biglietti acquistati dopo il 10 marzo 2020, il rimborso verrà riconosciuto in caso di soppressione del treno o nei seguenti casi:
      a)   quarantena o permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva da parte dell’autorità sanitaria competente con riguardo ai biglietti acquistati per viaggiare nel periodo di quarantena o permanenza domiciliare;
      b) essere residente, domiciliato o destinatario di un provvedimento di divieto di allontanamento nelle aree interessate dal contagio, come individuate dai D.P.C.M. adottati ai sensi dell'articolo 3 del d.l. n. 6/2020, con riguardo ai biglietti acquistati per viaggiare nel periodo di efficacia dei predetti decreti;
      c) soggetti risultati positivi al virus COVID-19 con riguardo ai biglietti acquistati per viaggiare nel periodo di permanenza domiciliare, quarantena o ricovero;
      d) aver programmato soggiorni o viaggi con partenza o arrivo nelle aree interessate dal contagio, come individuate dai DPCM adottati ai sensi del d.l. n. 6/2020, con riguardo ai biglietti acquistati per viaggiare nel periodo di efficacia dei predetti decreti;
      e) aver programmato viaggi per la partecipazione a gite scolastiche, concorsi pubblici o procedure di selezione pubblica, manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, eventi e ogni forma di riunione annullati, sospesi o rinviati dalle autorità competenti con riguardo ai biglietti acquistati per viaggiare nel periodo di efficacia dei predetti provvedimenti;
      f) aver acquistato in Italia biglietti per viaggi in Stati esteri, dove sia impedito o vietato l’arrivo in ragione della situazione emergenziale epidemiologica da COVID-19.
      Il rimborso dei biglietti acquistati dopo il 10 marzo 2020 deve essere richiesto, compilando l’apposito web form entro il 30 giugno 2020.

    • I possessori di un abbonamento delle Frecce valido per il mese di marzo possono chiedere il rimborso compilando l’apposito web form entro il 30 giugno 2020. Il rimborso sarà riconosciuto in misura proporzionale alla parte non utilizzata calcolata a partire dal 10 marzo 2020. Nel caso in cui anteriormente al 10 marzo 2020, il richiedente si sia trovato in una delle situazioni oggettive indicate all’art. 28, comma 1, D.L. 2 marzo 2020 n. 9, il rimborso sarà riconosciuto a decorrere dalla data in cui si è verificata una delle predette situazioni.
       

    Il rimborso avverrà con bonus elettronico valido 12 mesi.

    I biglietti per i viaggi delle comitive, ordinarie e scolastiche, e i biglietti dei viaggiatori residenti all’estero, potranno essere rimborsati, a scelta dei clienti, anche in contanti o, in caso di acquisto con carta di pagamento, mediante il riaccredito sulla carta usata per l’acquisto.

    Ai possessori di Carnet con titoli di viaggio ancora in corso di validità alla data del 10 marzo verrà automaticamente prorogata la validità per 4 mesi dalla data di scadenza.

  • Per i treni InterCity

    • per biglietti acquistati fino al 10 marzo 2020 (compresa questa data), il rimborso integrale, per qualunque destinazione e data viaggio, deve essere richiesto, compilando l’apposito web form entro il termine del 30 giugno 2020;  il rimborso, sotto forma di credito elettronico, può essere anche ottenuto richiamando il biglietto dall’Area Riservata, o  in alternativa inserendo PNR e CP nella pagina Cerca e Modifica Biglietto, ed utilizzando la funzione “Rimborso Bonus 100%”.
    • per biglietti acquistati dopo il 10 marzo, il rimborso verrà riconosciuto in caso di soppressione del treno o nei seguenti casi:
      a) quarantena o permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva da parte dell’autorità sanitaria competente con riguardo ai biglietti acquistati per viaggiare nel periodo di quarantena o permanenza domiciliare;
      b) essere residente, domiciliato o destinatario di un provvedimento di divieto di allontanamento nelle aree interessate dal contagio, come individuate dai D.P.C.M. adottati ai sensi dell'articolo 3 del d.l. n. 6/2020, con riguardo ai biglietti acquistati per viaggiare nel periodo di efficacia dei predetti decreti;
      c) soggetti risultati positivi al virus COVID-19 con riguardo ai biglietti acquistati per viaggiare nel periodo di permanenza domiciliare, quarantena o ricovero;
      d) aver programmato soggiorni o viaggi con partenza o arrivo nelle aree interessate dal contagio, come individuate dai decreti adottati dal Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi del d.l. n. 6/2020, con riguardo ai biglietti acquistati per viaggiare nel periodo di efficacia dei predetti decreti;
      e) aver programmato viaggi per la partecipazione a gite scolastiche, concorsi pubblici o procedure di selezione pubblica, manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, eventi e ogni forma di riunione annullati, sospesi o rinviati dalle autorità competenti con riguardo ai biglietti acquistati per viaggiare nel periodo di efficacia dei predetti provvedimenti;
      f) aver acquistato in Italia biglietti per viaggi in Stati esteri, dove sia impedito o vietato l’arrivo in ragione della situazione emergenziale epidemiologica da COVID-19.
      Il rimborso dei biglietti acquistati dopo il 10 marzo deve essere richiesto, compilando l’apposito web form:
         1. entro trenta giorni decorrenti:
    • dalla cessazione delle situazioni di cui alle lettere da a) a d);
    • dall'annullamento, sospensione o rinvio degli eventi di cui alla lettera e);
    • dalla data prevista per la partenza, nell'ipotesi riportata alla lettera f)

         2. entro il 30 giugno 2020 nel caso di soppressione del treno.

    Il rimborso avverrà con bonus elettronico valido 12 mesi.

    I biglietti per i viaggi delle comitive, ordinarie e scolastiche, e i biglietti dei viaggiatori residenti all’estero, potranno essere rimborsati, a scelta dei clienti, anche in contanti o, in caso di acquisto con carta di pagamento, mediante il riaccredito sulla carta usata per l’acquisto.

    Ai possessori di Carnet con titoli di viaggio ancora in corso di validità alla data del 10 marzo, verrà automaticamente prorogata la validità per 4 mesi dalla data di scadenza.

    Le modalità di rimborso per gli abbonamenti dei treni InterCity sono in corso di definizione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, committente del servizio. I clienti sono invitati a conservare il proprio documento di viaggio. 

  • Per i treni Regionali

    Per biglietti di corsa semplice acquistati dal 24 febbraio è previsto il rimborso integrale a favore dei clienti - per qualsiasi viaggio - rientranti nelle casistiche del DL del 02/03/2020 n. 9:

    a) quarantena o permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva da parte dell’autorità sanitaria competente con riguardo ai biglietti acquistati per viaggiare nel periodo di quarantena o permanenza domiciliare;

    b) essere residente, domiciliato o destinatario di un provvedimento di divieto di allontanamento nelle aree interessate dal contagio, come individuate dai D.P.C.M. adottati ai sensi dell'articolo 3 del d.l. n. 6/2020, con riguardo ai biglietti acquistati per viaggiare nel periodo di efficacia dei predetti decreti;

    c) soggetti risultati positivi al virus COVID-19 con riguardo ai biglietti acquistati per viaggiare nel periodo di permanenza domiciliare, quarantena o ricovero;

    d) aver programmato soggiorni o viaggi con partenza o arrivo nelle aree interessate dal contagio, come individuate dai decreti adottati dal Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi del d.l. n. 6/2020, con riguardo ai biglietti acquistati per viaggiare nel periodo di efficacia dei predetti decreti;

    e) aver programmato viaggi per la partecipazione a gite scolastiche, concorsi pubblici o procedure di selezione pubblica, manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, eventi e ogni forma di riunione annullati, sospesi o rinviati dalle autorità competenti con riguardo ai biglietti acquistati per viaggiare nel periodo di efficacia dei predetti provvedimenti;

    f) aver acquistato in Italia biglietti per viaggi in Stati esteri, dove sia impedito o vietato l’arrivo in ragione della situazione emergenziale epidemiologica da COVID-19.

    ll rimborso dei biglietti  può essere richiesto, in biglietteria (quando riattivate) o inviando il modulo via posta o via mail alle Direzioni Regionali/Provinciali di competenza della località di arrivo del viaggio  Scarica il modulo, entro 30 giorni decorrenti :

    • dalla cessazione delle situazioni di cui alle lettere da a) a d);
    • dall'annullamento, sospensione o rinvio degli eventi di cui alla lettera e);
    • dalla data prevista per la partenza, nell'ipotesi riportata alla lettera f).
     

    Per tutte le richieste di rimborso per motivi propri (indipendenti quindi dal covid-19) si procede come previsto al punto 8 Rimborsi ed indennità – Parte III Trasporto Regionale delle Condizioni Generali di Trasporto Passeggeri.

    Le modalità di rimborso per gli abbonamenti dei treni Regionali, previste dal Governo, sono in corso di condivisione con le regioni e province autonome committenti del servizio.

    I clienti sono invitati a conservare il proprio documento di viaggio.