Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro

In occasione dei 500 anni di Leonardo, i Musei Reali di Torino ospitano dal 16 aprile al 14 luglio 2019 la mostra Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro.
Uno straordinario insieme di opere databili all’incirca tra il 1480 e il 1515, diverse per soggetto e per ispirazione, ma in grado di documentare l’attività di Leonardo dalla giovinezza alla piena maturità. Tra le opere in mostra, il celeberrimo Ritratto di vecchio, ritenuto l’Autoritratto del maestro toscano.

Se hai la CartaFRECCIA e raggiungi Torino con le Frecce puoi usufruire della promozione 2x1 sul biglietto di ingresso alla mostra.
Se hai un abbonamento Trenitalia regionale Piemonte, annuale o mensile, puoi usufruire di una riduzione sul biglietto di ingresso.

 

  • Termini e condizioni

    Per usufruire dell'offerta 2x1 sul biglietto di ingresso è necessario presentare la propria CartaFRECCIA e un biglietto delle Frecce con destinazione Torino. Il biglietto delle Frecce deve avere una data di viaggio antecedente al massimo di 3 giorni la data di accesso alla mostra.

    Per usufruire del biglietto di ingresso ridotto è necessario esibire l’abbonamento regionale Trenitalia Piemonte, annuale o mensile, anche con applicazione sovraregionale, in corso di validità oppure l’abbonamento integrato Formula.

  • La mostra

    Una mostra di quasi 100 opere che racconta le ricerche tra scienza e arte di Leonardo da Vinci attraverso lo strumento del disegno.
    Il percorso ruota intorno al nucleo di autografi di Leonardo conservati alla Biblioteca Reale di Torino, che comprende tredici disegni acquistati dal re Carlo Alberto nel 1840 e il famoso Codice sul volo degli uccelli.
    L’itinerario è suddiviso in sezioni dedicate ad altrettante possibili chiavi di lettura dell’opera del maestro e delle esperienze condotte da tutti gli artisti del Rinascimento: l’eredità dell’arte antica; l’esplorazione dell’anatomia e delle proporzioni del corpo umano; il paragone tra arte e poesia; l’autoritratto; lo studio dei volti e la sfida della rappresentazione delle emozioni.
    Infine, gli studi sul volo e l’ultima tappa dedicata a un tema finora inesplorato: “Leonardo e il Piemonte”, che si sofferma sulle citazioni dei luoghi presenti negli scritti di Leonardo e che ha, come disegno catalizzatore, il foglio del Codice Atlantico con il Naviglio di Ivrea.