Home > Treni Regionali > CampaniaMuseo di Pietrarsa

Immergiti nella storia delle ferrovie, visita il Museo di Pietrarsa

Da oggi se raggiungi in treno il Museo di Pietrarsa puoi beneficiare di uno sconto di 1,50 euro sul biglietto intero di ingresso (adulti 18 – 65 anni).

Con la speciale offerta puoi visitare il Museo acquistando il biglietto per la visita libera a 3,50 euro, per la visita guidata con un costo di 5,00 euro e 4,50 euro per la proiezione in realtà aumentata, oppure il pacchetto  tutto compreso (visita guidata e proiezione  realtà aumentata) a soli € 6,00.

Per ottenere la riduzione è sufficiente esibire il biglietto di corsa semplice o giornaliero (regionale o sovraregionale) per raggiungere Pietrarsa – San Giorgio a Cremano, validato nella giornata stessa dell’ingresso al Museo. L’offerta non è cumulabile con altre in corso a biglietto scontato.

Pietrarsa

Adagiato tra il mare e il Vesuvio, con una spettacolare vista sul Golfo di Napoli, il Museo è stato allestito, dopo accurati interventi di restauro conservativo, in uno dei più importanti complessi di archeologia industriale italiana: il Reale Opificio Meccanico, Pirotecnico e per le Locomotive, fondato da Ferdinando II di Borbone nel 1840. Una sede espositiva unica nel panorama nazionale che, per la suggestione degli ambienti e la ricchezza dei materiali conservati, rappresenta uno dei più importanti musei ferroviari d’Europa. 

Il Museo è stato inaugurato nel 1989. Si sviluppa su un’area di 36mila metri quadrati, di cui 14mila coperti. All’esterno, nel vasto piazzale spalancato sul mare si erge la grande statua in ghisa di Ferdinando II. Alta più di 4 metri e fusa nell’Opificio nel 1852, ritrae il sovrano che ordina con gesto regale la fondazione delle Officine e sembra vegliare soddisfatto sulla sua preziosa creatura.