Home > Cartafreccia > Promozioni dai partner per Arte e spettacoloMONET. Capolavori dal Musée Marmottan Monet, Parigi
Non sei ancora socio?
Iscriviti gratuitamente!
Da oggi CartaFRECCIA è anche carta prepagata
Log in area riservata
Hai una CartaFRECCIA provvisoria? Completa l'iscrizione

MONET. Capolavori dal Musée Marmottan Monet, Parigi

La mostra Monet, ospitata dal 19 ottobre 2017 all’11 febbraio 2018 nella sede del Complesso del Vittoriano - Ala Brasini di Roma, propone al pubblico 60 opere del padre dell’Impressionismo prevenienti dal Musée Marmottan Monet di Parigi, quelle stesse opere che l’artista conservava nella sua ultima, amatissima, dimora di Giverny e che il figlio Michel donò al Museo.

Con CartaFRECCIA e il biglietto delle Frecce con destinazione Roma 2x1 sul biglietto di ingresso alla mostra dal lunedì al venerdì.

Presenta il tuo biglietto o abbonamento regionale* e visita la mostra di Monet in due pagando un solo biglietto d’ingresso.

Termini e condizioni dell'offerta

La promozione è valida dal lunedì al venerdì. Per usufruire del 2x1 sul biglietto di ingresso alla mostra  è necessario presentare la propria CartaFRECCIA e il biglietto Le Frecce (in formato digitale o cartaceo) con destinazione Roma e data di viaggio antecedente al massimo 3 giorni la visita alla mostra. La stessa agevolazione è valida anche presentando l’abbonamento regionale Lazio, ad esclusione degli integrati Metrebus, o  un biglietto regionale di corsa semplice, valido per raggiungere Roma il giorno stesso d’ingresso al museo.

 

La mostra

Il percorso espositivo rende conto, oltre che dell’evoluzione della carriera di Monet, anche delle sue molteplici sfaccettature, restituendo la ricchezza artistica della sua produzione. Dalle celebri caricature della fine degli anni 50 dell’800 ai paesaggi rurali e urbani di Londra, Parigi, Vétheuil, Pourville - e delle sue tante dimore; dai ritratti dei figli alle tele dedicate ai fiori del suo giardino, fino alla modernissima resa dei salici piangenti, del viale delle rose o del ponticello giapponese, e poi alle monumentali Ninfee, che deflagrano nel pulviscolo violetto e nella nebbia radiosa.

Tra i capolavori in mostra: Portrait de Michel Monet bébé (1878), Ninfee (1916-1919), Le Rose (1925-1926), Londres. Le Parlement. Reflets sur la Tamise (1905).